Venerdì 22 febbraio, a conclusione della Settimana dell’Intercultura, si è svolta presso l’aula mensa della scuola primaria Fermi una singolare cena con piatti tradizionali ed etnici, all’insegna della condivisione e nel rispetto dell’ambiente.
Questo particolare momento, intitolato non a caso “ Aggiungi un mondo a tavola”, è stato ideato per illustrare ai genitori il percorso svolto dagli alunni durante la Settimana dell’Intercultura, un’iniziativa che si rinnova da diversi anni per promuovere l’integrazione e il dialogo fra culture differenti, in un clima di confronto e di dialogo. Quest’anno il tema scelto, come comune spunto di riflessione, è stato la fiaba.
Durante la serata sono stati esposti i lavori realizzati dagli alunni del nostro istituto come la colorata “rete degli incontri”, ottenuta con nastri decorati dai bambini della scuola dell’Infanzia Munari, a significare gli intrecci che ci legano l’uno all’altro. Gli alunni della scuola primaria Fermi hanno preparato numerosi elaborati e costruito libri pop up su fiabe provenienti dai vari continenti, alcune delle quali lette in classe proprio da mamme di origine straniera, in un momento di scambio e arricchimento reciproco. I ragazzi della scuola secondaria di I grado Maino hanno invece intrattenuto i bambini della scuola dell’Infanzia con letture animate legate a temi e personaggi delle fiabe interculturali.
Alla serata ha partecipato una famiglia di origine nigeriana che, in abiti tradizionali, ha presentato un canto della propria terra. Particolarmente significativa è stata l’esibizione della piccola Emmanuella, di nove anni; accompagnata dalla madre e sostenuta da tutti i presenti, ha infatti intonato “We are the world”.
In linea con il progetto Green School , l’evento si è svolto in un’atmosfera suggestiva creata con luci soffuse e nel rispetto dell’ambiente, grazie anche all’uso di materiali riutilizzabili.
Si ringraziano la Dott.ssa Mantegazza per il suo intervento e tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa: la Dirigente Scolastica, il Comitato Genitori, i docenti ma soprattutto gli alunni che sono stati i veri protagonisti della Settimana dell’Intercultura.