Un “esempio anche nella vita di tutti i giorni, non solo figure mitiche che si leggono sui libri di scuola”, una persona che “settanta anni fa mise in gioco la propria vita per valori che ora diamo per scontati”: così viene ricordato Mauro Venegoni, legnanese che 31 Ottobre del 1944 veniva torturato, ucciso e gettato in un campo a Cassano Magnago per la sua opposizione al nazi- fascismo, nelle parole di Lucrezia Pedroni, Sindaco dei ragazzi e delle Ragazze di Cassano Magnago, durante la cerimoni a commemorativa tenutasi domenica 30 ottobre, alla presenza di numerosi Primi Cittadini, dei rappresentanti dell’ANPI e di numerose Autorità.

MANIFESTO VENEGONI 2016

Articolo pubblicato su Varese News – 30.10.2016

Articolo pubblicato su “LaPrealpina” – 31.10.2016